Caldaia Vaillant non esce acqua calda

Sempre in base alle statistiche, il nostro Centro Assistenza è intervenuto oltre 140 volte, nell’ultimo anno, su caldaie Vaillant con problemi di acqua calda. Con un nostro esperto, quindi, procediamo qui a fornirvi indicazioni e motivazioni utili a comprendere perché dalla Vostra Vaillant non esce acqua calda verso rubinetti e docce.

Caldaia Vaillant non esce acqua calda?

Il nostro Valerio spiega che la mancata erogazione di acqua calda è la condizione anomala più comune che, di per se, non è riconducibile ad una causa specifica, bensì a numerosi errori e problemi interni. Unica indicazione davvero utile può giungere dall’autodiagnosi (elettronica della Vaillant) che dovrebbe quasi sempre fornire un codice di errore per indicare origine del blocco o della condizione anomala.

Occorre ricevere un tecnico per ottenere una diagnosi mirata che prenda in esame sonde e sensori elettronici, componenti meccanici quali pompa di circolazione, pressostato acqua e via dicendo. Per ragioni di sicurezza cerchiamo sempre di darvi questo consiglio: evitate qualsiasi azione se non avete una formazione tecnica o comunque se non conoscete bene come “funziona” una caldaia Vaillant.

Contattate il vostro tecnico di fiducia, oppure uno dei nostri esperti, facendo riferimento alle indicazioni che comunque che vi forniamo qui di seguito.

Caldaia Vaillant con problemi di acqua calda

Valerio ci aiuta a definire tutti i comportamenti anomali collegati alla mancata erogazione di acqua calda dalla caldaia Vaillant.
  • La caldaia tenta di partire ma non si avvia: un comportamento che indica l’intervento di un blocco successivo al primo avvio. Per cui non vi sono anomalie a livello di comparto avviamento ma, forse, a livello di sensori acqua, sensori fumi, espulsione fumi o anche pompa di circolazione.
  • La caldaia non parte proprio, è in blocco: in questo caso potrebbe essere imputata del blocco l’elettronica (scheda madre?) oppure le varie componenti che gestiscono l’avvio (valvola gas, candelette accensione, cablaggi elettrici, bruciatore).
  • La caldaia si spegne durante il funzionamento: capita che sopraggiunga un blocco a causa di un sopraggiunto problema, ad esempio, di pressione idrica interna, di temperatura elevata dell’acqua o dei fumi in espulsione, del blocco della ventola fumi o della pompa di circolazione.

Caldaia Vaillant con acqua calda intermittente

Attenzione alla presenza di Calcare: il peggior nemico di condutture e componenti che trattano l’acqua internamente alla Vaillant è il calcio presente nell’acqua. Con il calore questo precipita formando calcare e incrostazioni che riducono il flusso di acqua e possibili rallentamenti o blocchi di erogazione di acqua calda. Inoltre il calcare riduce le capacità di trattamento dell’acqua dello scambiatore di calore.

Sempre il calcare causa problemi anche ai filtri dei tubi flessibili o anche solo alle cartucce o ai rompigetto dei rubinetti di casa: si tratta d condizioni fisiche che si ripercuotono sull’erogazione di acqua calda che può avvenire ad intermittenza

Non dimentichiamo anche la pompa della caldaia: è fondamentale perché mette in circolo l’acqua nei circuiti. Se funziona male, se si blocca o se detriti ne ostacolano il funzionamento viene inficiata la circolazione dell’acqua che potrebbe, quindi, uscire dai rubinetti ad intermittenza.

Non si accende la fiamma e non esce acqua calda

Il funzionamento della caldaia, finalizzato alla produzione di acqua calda, ruota intorno alla combustione interna. In una camera di combustione viene generata una fiamma da cui deriverà il calore utile a scaldare l’acqua. Diverse tipologie di problemi possono riguardare il bruciatore, le candelette di accensione della fiamma, l’erogazione di gas per cui sarebbe interessante approfondire con un tecnico il funzionamento delle varie componenti.
  • Errore di fiamma non plausibile. L’elettronica Vaillant può evidenziare e segnalare anomalie a livello della generazione della fiamma: se non regolare questa interviene e blocca la caldaia.
  • Pressione gas scarsa: la caldaia brucia gas per alimentare la fiamma. Se la pressione è insufficiente o assente la fiamma non si accende, oppure se il bruciatore è sporco e intasato l’effetto sarà comunque simile ad una scarse pressione di gas: fiamma irregolare o assente.
  • La fiamma non si genera: in genere imputate sono le candelette di accensione o l’erogazione elettrica che le alimenta. Senza scintilla la fiamma non viene generata, per cui occorre che un tecnico verifichi lo stato delle componenti e la qualità della rete di alimentazione.
  • Presenza di fiamma instabile: la fiamma tende a spegnersi o a ridurre la propria dimensione a causa di erogazione irregolare di gas, di ostruzioni del bruciatore ma anche per colpa di problemi di ionizzazione.

Assistenza sulla caldaia Vaillant a Roma

Torniamo a consigliare di risolvere i problemi affidandosi a un tecnico esperto poiché interventi improvvisati, senza esperienza e conoscenza del funzionamento della caldaia, mettono a rischio la sicurezza di cose e persone. Rivolgetevi al vostro tecnico di fiducia oppure contattateci per un intervento mirato e una soluzione definitiva del problema.
Per assistenza e sopralluoghi